Calendario eventi
<< Dicembre 2017 >>
L M M G V S D
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Finanze e Tributi

SERVIZIO TRIBUTI

Responsabile Settore
Dott. Fabio De Maio

Responsabile Servizio
Dott.ssa Roberta Maffioli
Orari Sportello
lunedì 8.30-12.00 / 14.00-17.00
da martedì a venerdì 8.30-12.00
Numero di Telefono
0245797.219-223-321

Numero di Fax
0245797.342
SOMMARIO
ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE
Con deliberazione del Commissario Straordinario n. 49 del 20 giugno 2011 è stata introdotta nel Comune di Buccinasco l'Addizionale Comunale all'IRPEF.
Per l'anno 2017 sono ancora in vigore le aliquote stabilite con deliberazione del Consiglio Comunale n. 52 dell'11/12/2012, e precisamente: i redditi fino a 15.000 euro annui sono esenti dall'addizionale IRPEF.
Per quelli superiori si applicano le seguenti aliquote, in base agli scaglioni di reddito:
  • < 15.000,00 0,45%
  • da 15.000 a 28.000 0,5%
  • da 28.000 a 55.000 0,6%
  • da 55.000 a 75.000 0,7%
  • > 75.000 0,8%
Atti relativi all'Addizionale Comunale all'IRPEF:
  • Regolamento per l'applicazione dell'Addizionale Comunale all'IRPEF - Modifiche (aliquota anno 2013), allegato alla Deliberazione n. 52 del 11/12/2012 (scarica).
Il nuovo tributo previsto dalla legge n. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) è composto da tre tributi distinti, l'IMU, la TASI e la TARI.
Di seguito si allegano il regolamento e le tariffe della IUC, a sua volta distinte in tariffe IMU, tariffe TASI e tariffe TARI.
Per il dettaglio sui singoli tributi, vedi i capitoli successivi.
Atti relativi alla IUC
  • Aliquote per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC) per l'anno 2018, Deliberazione di Consiglio Comunale n. 62 del 23/11/2017 (scarica);
  • Regolamento per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC) approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 23/11/2017 (scarica);
  • Approvazione Modifica Regolamento per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC), Deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 23/11/2017 (scarica);
  • Approvazione Modifiche Regolamento per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC), Deliberazione di Consiglio Comunale n. 54 del 26/10/2017 (scarica);
  • Conferma Aliquote per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC) 2017, Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 30/01/2017 (scarica);
  • Approvazione delle tariffe e aliquote per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC), Deliberazione di Consiglio Comunale n. 9 del 18/03/2014 (scarica).
IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)
La legge n. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) ha previsto l'abolizione definitiva dell'Imposta Municipale Propria (IMU) per l'abitazione principale (escluse le categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Per tutte le altre fattispecie imponibili l'IMU è dovuta e deve essere corrisposta in due rate annuali con scadenza 16 giugno e 16 dicembre: è consentito anche il versamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno.

In merito alla definizione di abitazione principale, è utile fornire alcuni chiarimenti:
  • per abitazione principale si intende l'immobile in cui il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente (fa fede la data di richiesta di residenza anagrafica);
  • l'abolizione dall'applicazione dell'IMU riguarda l'abitazione principale e una sola pertinenza per ciascuna categoria catastale (C/2-C/6-C/7). Questo significa che, se ad esempio il possessore dell'abitazione principale è proprietario anche di un box (C/6), un deposito (C/2) e una tettoia (C/7) non dovrà fare alcun versamento. Se, invece, il possessore dell'abitazione principale è proprietario anche di due box oppure di un box e un posto auto (C/6), l'esonero dal pagamento dell'IMU riguarderà unicamente l'abitazione principale e una sola pertinenza (quella con la rendita più alta). Dovrà essere, invece, effettuato il pagamento del secondo box e del posto auto;
  • per le unità immobiliari, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A1, A8 e A9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale è prevista la riduzione del 50% della base imponibile, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante/possessore possegga un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato. Il beneficio si applica anche se il comodante/possessore oltre all'immobile concesso in comodato possiede nello stesso Comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale (ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).
Aliquote anno 2017:
  • 4,7 per mille abitazione principale, assimilate e pertinenze (solo cat. A/1, A/8 e A/9);
  • 8,2 per mille altri immobili;
  • 7,6% per mille abitazioni regolarmente affittate con contratto registrato o concesse in comodato;
  • 9 per mille abitazioni sfitte da almeno due anni.

Modalità di versamento:
  • modello F24 da presentarsi sia in banca che in posta. È possibile effettuare il pagamento anche tramite il proprio Home Banking.

Codice Comune: B240

Principali Codici tributo IMU
Abitazione principale e relative pertinenze (A/1-A/8-A/9): 3912
Altri fabbricati: 3918
Terreni: 3914
Aree edificabili: 3916

Calcolo IMU
Per calcolare l'IMU si parte sempre dalla rendita catastale a cui si applica una rivalutazione fissa del 5% ed un moltiplicatore che varia a seconda della categoria catastale. Il valore risultante è la base imponibile a cui applicare l'aliquota IMU e le varie detrazioni d'imposta.


TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)
La Legge di Stabilità 2016 (L. 208/2015) ha previsto l'abolizione della TASI per quanto concerne l'abitazione principale - ad esclusione delle abitazioni di lusso identificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 - e le pertinenze (una per ogni singola categoria catastale C/2, C/6 e C/7).
Per tutte le altre fattispecie imponibili la TASI è dovuta e deve essere corrisposta in due rate annuali con scadenza 16 giugno e 16 dicembre: è consentito anche il versamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno.
La base imponibile è la medesima dell'IMU e si applicano le stesse regole dell'IMU anche per quanto riguarda la definizione di abitazione principale e di pertinenza, nonché per i casi di assimilazione ad abitazione principale. Il metodo di calcolo è quindi identico, tranne che per gli immobili concessi in locazione per i quali rimarrà a carico del proprietario una percentuale pari al 70% per le abitazioni adibite ad abitazione principale del'inquilino (che non pagherà nulla) e al 90% per gli altri immobili (con il 10% a carico dell’affittuario).
Aliquote 2017
  • Abitazione principale, assimilate e pertinenze (solo cat. A/1, A/8 e A/9): 2,2 per mille;
  • Altre abitazioni e relative pertinenze: 2,2 per mille;
  • Altri immobili: 1,6 per mille.
Modalità di versamento:
  • modello F24 da presentarsi sia in banca che in posta. È possibile effettuare il pagamento anche tramite il proprio Home Banking.
Codice Comune: B240

Principali Codici tributo TASI
Abitazione principale e relative pertinenze (A/1, A/8 e A/9): 3958

Altri fabbricati: 3961
Aree edificabili: 3960

Sul sito del Comune sarà messo a disposizione, come per l'IMU, un applicativo per il calcolo on-line. L'Ufficio Tributi è a disposizione dei cittadini per l'assistenza nella compilazione dei modelli di versamento.


TASSA SUI RIFIUTI (TARI)
La Legge di Stabilità 2014 ha introdotto anche un altro nuovo tributo ossia la Tassa sui Rifiuti (TARI) che di fatto ha sostituito il Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (TARES).

La base imponibile e i soggetti passivi sono gli stessi della TARES: anche la TARI è dovuta da chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.
Le scadenze 2017 per il pagamento della TARI sono due:
  • Acconto: 30 giugno;
  • Saldo: 30 novembre.

È consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 30 giugno; per il versamento deve essere utilizzato il bollettino di pagamento MAV che sarà inviato dal Comune entro la fine del mese di maggio.

Tariffe 2017

Le tariffe applicate sono quelle approvate dal Consiglio comunale con Deliberazione n. 9 del 18 marzo 2014.
Sono composte, per le utenze domestiche, da una parte fissa (calcolata in base ai metri quadrati e al numero dei componenti del nucleo famigliare) e una variabile (calcolata unicamente in base ai componenti del nucleo famigliare); per le utenze non domestiche da una parte fissa e una variabile entrambe calcolate in base ai metri quadrati e alla tipologia di attività. All'importo totale dovuto a titolo di TARI va aggiunto il 5% relativo al Tributo Provinciale.
Atti relativi alla TARI e modulistica
  • Scheda tecnica per la determinazione delle tariffe per l'applicazione della tassa sui rifiuti (TARI), allegata alla Deliberazione n. 9 del 18/03/2014 (scarica);
  • Approvazione scadenze delle rate, modalità di riscossione e modelli di versamento, Deliberazione di Giunta Comunale n. 117 del 20/05/2014 (scarica);
  • Modello di denuncia locali ed aree tassabili da presentarsi entro 30 gg. dall'inizio dell'occupazione/conduzione o dalla data in cui è intervenuta una variazione che abbia comportato un diverso ammontare della tariffa (scarica);
  • Modello di dichiarazione di cessazione da presentarsi entro 30 gg. dalla data di cessazione stessa. In caso contrario verrà considerata la data della presentazione della denuncia (scarica).

TOSAP
Per quanto concerne la Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche le tariffe per l’anno 2002 e successivi sono quelle approvate con deliberazione di Giunta Comunale n. 95G del 30 ottobre 2001.

Il versamento deve essere effettuato in unica rata entro il 31 gennaio di ogni anno.

Le modalità di versamento sono le seguenti:
  • presso la Tesoreria comunale, Banca Popolare di Sondrio in via A. Moro n. 9 (Buccinasco), senza alcun costo aggiuntivo;
  • presso qualunque ufficio postale.
Atti relativi alla TOSAP e modulistica:
  • Approvazione Modifica Regolamento TOSAP, Deliberazione di Consiglio Comunale n. 60 del 23/11/2017 (scarica);
  • Regolamento per l'applicazione della TOSAP approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 60 del 23/11/2017 (scarica);
  • Adeguamento delle tariffe per l'applicazione della TOSAP, Deliberazione di Giunta Comunale n. 95G del 30/10/2001 (scarica);
  • Modello di dichiarazione (scarica).

IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ E DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI
Per quanto concerne l'Imposta Comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni il Comune di Buccinasco con determinazione n. 764 del 28/12/2015 ha dato in affidamento alla società SAN MARCO SpA, la concessione del servizio di accertamento e riscossione dell'imposta Comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni.

Indirizzi utili SAN MARCO SpA:
  • Filiale di Bareggio: via Petrolo Litta 37, Bareggio (MI) - Tel. 02 90112432 - Fax 02 90310255 - www.sanmarcospa.it - buccinasco@sanmarcospa.it. Orari centralino: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 15.30 - venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.45 alle 18.15.
Atti relativi all'Imposta Comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni:
  • Approvazione Regolamento per l'applicazione dell'Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni, Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 19/03/2007 (scarica);
  • Regolamento per l'applicazione dell'Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni - allegato alla Deliberazione n. 15 del 19/03/2007 (scarica);
  • Adeguamento delle tariffe per l'applicazione dell'Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni, Deliberazione di Giunta Comunale n. 18 del 18/01/2007 (scarica).