Calendario eventi
<< Dicembre 2018 >>
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

MALA'NDRINE apre "Buccinasco contro le mafie"

Immagine

Al via la sesta edizione della rassegna culturale organizzata dall'assessorato alla Cultura antimafia. Domenica 18 marzo alle ore 18 all'Auditorium Fagnana lo spettacolo ideato da Francesco Forgione, presidente della Commissione parlamentare antimafia dal 2006 al 2008

Buccinasco (12 marzo 2018) – Ha debuttato in prima assoluta al Teatro Vittoria di Roma a novembre dello scorso anno e domenica prossima sarà in scena a Buccinasco, prima iniziativa della sesta edizione del festival culturale "Buccinasco contro le mafie". È "MALA'NDRINE – anche i Re Magi sono della 'ndrangheta", spettacolo di Francesco Forgione e Pietro Sparacino, in programma all'Auditorium Fagnana di via Tiziano domenica 18 marzo alle ore 18 con ingresso libero.
Nato da un'idea di Francesco Forgione, presidente della Commissione parlamentare antimafia dal 2006 al 2008, lo spettacolo racconta e analizza con leggerezza e ironia il fenomeno della 'ndrangheta, dalle sue origini ai giorni nostri con le stesse voci della 'ndrangheta. Per capire il passato, affrontare il presente, riappropriarci del futuro. In scena un comico e un giornalista che accompagneranno lo spettatore alla scoperta di riti di affiliazione, della struttura e della storia, dei protagonisti e dei loro affari, dei loro amici politici e di tutte quelle dinamiche sconosciute che hanno trasformato la mafia dei vecchi pastori calabresi in una delle più grandi holding criminale del mondo.

"Siamo particolarmente orgogliosi – spiega l'assessora alla Cultura antimafia Rosa Palone – di ospitare a Buccinasco il teatro civile di Forgione e Sparacino che ci aiuterà a capire meglio la realtà in cui viviamo, a guardarla in faccia continuando a dire chiaramente da che parte stiamo: Buccinasco è contro le mafie. Lo affermiamo con il teatro, le letture, il cinema e il grande investimento per le attività nelle scuole tra spettacoli, laboratori, incontri (proprio stamattina con gli studenti di terza media parleremo di reati economici con la Guardia di Finanza)".

"Particolarmente significativo quest'anno – dichiara il sindaco Rino Pruiti – è il sottotitolo della rassegna, ispirato al giudice Giovanni Falcone: basta che ognuno faccia il suo dovere. È semplice, fare il proprio dovere, con responsabilità. Senza dimenticare cosa rappresentano le cosche calabresi in Lombardia e sul nostro territorio in particolare, un passato che ha visto indagini e processi per omicidi, sequestri, traffico di droga, movimento terra, inquinamento dei suoli; un presente fatto di nuovi arresti, latitanti, sequestri di appartamenti e le relazioni dei carabinieri. Una realtà anche le confische di beni che oggi rivivono grazie alla legge sul riutilizzo a scopo sociale dei beni confiscati: tra questi la palazzina di via Nearco, ultimo bene assegnato al nostro Comune, che ci vede confinanti con la stessa famiglia a cui è stata confiscata. Quella palazzina oggi è il simbolo del nostro dovere, della nostra lotta contro l'illegalità, e per questo mercoledì 21 marzo la Giunta comunale si riunirà proprio in via Nearco".

IL PROGRAMMA DI BUCCINASCO CONTRO LE MAFIE
Nel mese di marzo altri due appuntamenti con "Buccinasco contro le mafie": mercoledì 21 marzo alle 18.30 in biblioteca la lettura corale dei nomi delle vittime innocenti delle mafie con l'accompagnamento musicale di Francesca Gatto (violoncello) e Andrea Moschetti (chitarra) della Scuola Civica di Musica "Alda Merini". Per l'occasione sarà inoltre presentata la sezione della biblioteca "Buccinasco contro le mafie”.

Venerdì 23 marzo all'Auditorium Fagnana alle 21 appuntamento speciale con il cineforum gratuito condotto da Pino Nuccio (Gli Adulti): sarà proiettato "Le mani sulla città", film di impegno civile firmato da Francesco Rosi, spietata denuncia della corruzione e della speculazione edilizia dell'Italia degli anni '60.

Si torna in biblioteca ad aprile, sabato 21 alle 17, con la presentazione del libro "La mafia siamo noi" del giornalista Sandro De Riccardis. Viaggio da nord a sud negli equivoci della lotta alla mafia e il racconto delle storie di chi lotta in prima persona nel luogo in cui vive, partendo dai problemi di cui nessuno si occupa, dalle ingiustizie che altri fanno finta di non vedere, pagando a volte con la vita.

Sarà proiettato ai primi di giugno in occasione della Festa delle Associazioni il film "Alla luce del sole" di Roberto Faenza. È l'omaggio di Buccinasco a don Pino Puglisi, ucciso dalla mafia 25 anni e proclamato beato nel 2013, primo prete antimafia. A lui sarà intitolato l'Istituto Comprensivo Statale Via Aldo Moro e a lui saranno dedicati anche alcuni incontri con gli oratori, in collaborazione con le parrocchie.

La rassegna si concluderà in autunno, con la cittadinanza onoraria al giudice Nino Di Matteo, così come deciso all'unanimità dal Consiglio comunale, per onorare il suo impegno nella lotta alla criminalità organizzata che lo costringe a vivere sotto scorta.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco