Una città a misura delle bambine e delle ragazze

Immagine

Il Comune di Buccinasco ha aderito al Manifesto "indifesa", campagna di sensibilizzazione per la promozione e protezione dei diritti delle bambine e delle ragazze, promossa da Terres des Hommes

Buccinasco (10 ottobre 2017) – "I nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'ONU sottolineano come il futuro del mondo si gioca letteralmente sulla pelle delle bambine, che la costruzione di un mondo più giusto e vivibile per tutti è condizionata dalla possibilità di assicurare salute, istruzione e diritti alle nuove generazioni di donne" (Fondazione Terre des Hommes Italia Onlus).
In occasione della Giornata Mondiale delle Bambine e delle Ragazze proclamata dall’ONU per l'11 ottobre, il Comune di Buccinasco aderisce a "indifesa" campagna promossa per il quinto anno da Terre des Hommes per testimoniare l'impegno nella diffusione di una cultura del rispetto e della prevenzione della violenza di genere. Bambine e ragazze, in particolare in alcune parti del mondo, vivono in situazioni di svantaggio e discriminazione: una diseguaglianza che porta a minore accesso all’istruzione e all’assistenza medica e in alcuni Paesi si traduce in violenza, sfruttamento della prostituzione, matrimoni in tenera età e gravidanze precoci, schiavismo minorile.

"Le istituzioni – spiega l'assessora alle Pari opportunità Grazia Campese – hanno il dovere di attuare politiche efficaci per proteggere le bambine e le ragazze da abusi e violenze: interventi di educazione nelle scuole, campagne di sensibilizzazione, eventi culturali e ovviamente sostegno a chi è stato colpito da violenza. Per questo abbiamo rinnovato il finanziamento al Centro antiviolenza del nostro distretto e per questo aderiamo alla campagna promossa da Terres des Hommes, per noi il primo di una serie di eventi che abbiamo in programma per i prossimi mesi nell’ambito della nuova rassegna Non chiamateci vittime".

"Il Comune di Buccinasco – aggiunge Valeria Bombino, consigliera delegata alle Pari opportunità – è impegnato nella tutela dei soggetti deboli e nella lotta alle discriminazioni in qualsiasi ambito. Per questo abbiamo aderito alla campagna 'indifesa' che punta i riflettori sui diritti negati e propone azioni di sensibilizzazione sul tema della prevenzione quale strumento chiave per gestire il fenomeno della violenza e del maltrattamento. Mi è piaciuta molto la scelta del colore arancione come segnale di rottura degli stereotipi di genere che impongono il rosa come colore delle bambine".

Sulla facciata del Palazzo comunale in via Roma è stato affisso lo striscione "11 ottobre. Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze" mentre è stata colorata di arancione la pagina Facebook del Comune, così come i profili degli amministratori.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco