Buccinasco, Variazione di Bilancio: una sfida per affrontare l’emergenza

Pubblicato il 10 luglio 2020 • Comune

Gli interventi del Comune superano i 584 mila euro, tra contributi straordinari alle famiglie, acquisto mascherine e altri dispositivi sanitari, sanificazioni, sconti su affitti, riduzione dei tributi e altro. Ottimo il Bilancio dell’Azienda Speciale Buccinasco che ha aumentato i servizi e trasferisce al Comune 100 mila euro

Buccinasco (10 luglio 2020) – Un bilancio virtuoso e in equilibrio. E interventi straordinari (pari a 584 mila euro) che hanno permesso al Comune di Buccinasco di affrontare l’emergenza Coronavirus con misure di aiuto alle famiglie e alle attività commerciali
Mercoledì 8 luglio il Consiglio comunale ha approvato la seconda variazione dell’anno al Bilancio di previsione, necessaria proprio per mantenere le azioni dell’Amministrazione a sostegno della città. Un’occasione anche per ripercorrere quanto fatto dal mese di febbraio dal Comune, dall’Azienda Speciale Buccinasco (farmacie comunali) e dai volontari delle associazioni che con la Protezione Civile hanno partecipato alle attività del Centro Operativo Comunale coordinato dal sindaco Rino Pruiti

100 MILA EURO AL COMUNE DAGLI UTILI DELLE FARMACIE E NUOVI PROGETTI PER LA CITTÀ
L’Azienda Speciale Buccinasco, fin dalle primissime fasi dell’emergenza Coronavirus, si è messa a disposizione della comunità, assicurando dispositivi a protezione individuale (mascherine) anche sottocosto, anche quando il rifornimento era difficile per tutti: 82 mila le mascherine vendute
A supporto della cittadinanza, con la collaborazione dei volontari del COC, le farmacie hanno gestito la distribuzione dei farmaci a domicilio, il servizio di prelievi e infermieristico gratuiti a casa grazie alla disponibilità di infermiere professioniste. 
Il bilancio di esercizio 2019 si è chiuso con un utile di 143 mila euro (+15% rispetto all’anno precedente). Il Consiglio comunale ha deciso di destinare la quota pari a 100 mila euro al Comune
La prossima sfida sarà la prossima apertura del polo socio-sanitario di Romano Banco con l’ambulatorio di piazza Cavalieri di Vittorio Veneto di proprietà comunale che ospiterà medici di famiglia, un punto prelievi, un servizio infermieristico e una parafarmacia, grazie all’investimento di ASB di 350 mila euro. 

INTERVENTI DEL COMUNE DI BUCCINASCO PER L’EMERGENZA CORONAVIRUS
Dal mese di febbraio, l’Amministrazione comunale da una parte ha sostenuto spese straordinarie per la gestione dell’emergenza sanitaria ed economica, dall’altra ha potuto contare su minori entrate per la riduzione dei servizi (chiusi per il lockdown) e dei tributi (per rispondere ai bisogni delle imprese e delle attività commerciali. Il totale del costo degli interventi è pari a 584.122,21 euro
Le maggiori spese: 
    • acquisto mascherine e altro materiale > 34.522,33 euro
    • buoni spesa > 143.682,99 euro (erogati dal Governo)
    • Contributi straordinari emergenza economica > 150.000 euro
    • Interventi straordinari di sanificazione > 6.588,80 euro
    • Acquisto dispositivi sanitari anti-covid > 10.614 euro 

“Fin dall’inizio dell’emergenza – spiega il sindaco Rino Pruiti, assessore al Bilancio – abbiamo richiesto uno sforzo straordinario al settore finanziario per poter moltiplicare gli aiuti alle famiglie e assicurare a cittadini e struttura comunale condizioni di sicurezza. Alle spese, si aggiungono anche le politiche sul sostegno agli affitti, il grande impegno professionale del nostro Settore Servizi alla persona e naturalmente la generosità di cittadini, imprese e associazioni di Buccinasco. Siamo pronti anche per il futuro: non possiamo fare previsioni sull’emergenza sanitaria, ma sappiamo che l’emergenza economica di famiglie e imprese non terminerà a settembre. Saremo pronti per un’eventuale nuova variazione di Bilancio: abbiamo un avanzo di amministrazione di 500 mila euro per il 2020”. 

Tra i costi sostenuti dall’Amministrazione comunale, anche le minori entrate derivanti in particolare dalle misure a tutela delle imprese commerciali. Non richiedere la tassa dei rifiuti per i mesi di chiusura, per esempio, ha comportato una riduzione delle entrate di 101.714,09 euro, gli sconti sugli affitti di 22 mila euro, le riduzioni Tosap di 10 mila euro. Sospese anche le attività delle palestre (con una riduzione degli affitti di 35 mila euro), i servizi scolastici (-40 mila euro), alcuni servizi sociali (-35 mila euro). 

LE SANZIONI AMMINISTRATIVE SARANNO RATEIZZATE
Il Consiglio comunale ha approvato anche il Regolamento “per disciplinare il procedimento l’applicazione delle sanzioni amministrative pecunarie e accessorie del Comune di Buccinasco”: “Diamo così la possibilità di pagare le multe a rate – spiega il sindaco Pruiti – a chi si trova in condizioni economiche disagiate, anche temporanee. Un’altra misura per rispondere alle richieste dei cittadini e consentire loro di versare quanto dovuto nel tempo senza incorrere in ulteriori sanzioni”.