Buccinasco, Diffamare è un reato

Pubblicato il 17 dicembre 2019 • Comune

A tutela dell’onorabilità, della reputazione e dell’immagine del Comune di Buccinasco, la Giunta comunale ha deciso di querelare l’autore di un commento diffamatorio apparso sul gruppo Facebook “Se di Buccinasco se…”

Buccinasco (17 dicembre 2019) – “…probabilmente il Comune voleva la mazzetta che magari non hanno dato… queste cose funzionano così purtroppo…”. Questo commento è apparso nei giorni scorsi sul gruppo Facebook “Se di Buccinasco se…” in riferimento a un post sulla chiusura di una palestra aperta senza autorizzazione. 
Un’affermazione gravemente lesiva dell’onorabilità, della reputazione e dell’immagine del Comune. Per questo la Giunta comunale ha deciso di querelare l’autore ai sensi dell’art. 595 del Codice penale. 

“Utilizzare i social – commenta il sindaco Rino Pruiti – non autorizza ad accusare, il Comune, gli amministratori e i dipendenti comunali di reati gravi come la corruzione o la concussione, senza alcun motivo o riscontro oggettivo. Abbiamo il dovere di tutelare l’istituzione e proseguiremo su questa strada ogniqualvolta lo riterremo necessario per difendere la nostra onorabilità”. 


Ufficio stampa Comune di Buccinasco