Riscaldamento 2022, a Buccinasco accensione il 29 ottobre

Pubblicato il 21 ottobre 2022 • Ambiente , Comune

Il sindaco Rino Pruiti ha firmato l’Ordinanza per rimandare di una settimana l’accensione degli impianti viste le temperature più alte della media stagionale e la necessità di contenere i consumi e le emissioni di inquinanti 

Buccinasco (21 ottobre 2022) – Con l’Ordinanza n. 21 del 20 ottobre, il sindaco Rino Pruiti ha stabilito che a Buccinasco gli impianti di riscaldamento non si potranno accendere almeno fino a sabato 29 ottobre. Si valuterà nei prossimi giorni, a seconda delle temperature e delle condizioni meteo, se eventualmente posticipare ancora di qualche giorno l’avvio delle caldaie. 
Un provvedimento condiviso anche con gli altri Comuni del territorio. 

“La tutela dell’ambiente e della qualità dell’aria – spiega il sindaco Rino Pruiti – è una nostra priorità e stiamo cercando di agire su più fronti, dall’installazione delle colonnine elettriche alla battaglia per un sistema di trasporto più efficiente. Aggiungiamo anche un ulteriore provvedimento  posticipando di un’altra settimana l’accensione degli impianti di riscaldamento, tra le principali fonti di emissioni di inquinanti atmosferici. Questo consentirà anche di limitare i consumi energetici, oggi più che mai importante vista l’instabilità del sistema nazionale del gas naturale: anche facciamo la nostra parte, pensando anche al contenimento dei costi delle bollette. In base alle temperature, ancora alte, valuteremo se prolungare ancora l’Ordinanza”. 

Il provvedimento non si applica a case di cura e assimilabili, a scuole dell’infanzia e asili nido, a piscine/saune e  assimilabili e agli edifici adibiti ad attività industriali e artigianali con esigenze tecnologiche o di produzione che richiedano l’accensione degli impianti. 


Ufficio stampa Comune di Buccinasco