Regione Lombardia

Assistenza Economica

Ultima modifica 16 aprile 2019

L'assistenza economica è rivolta a persone singole o nuclei familiari in stato di bisogno ed è finalizzata ad assicurare il soddisfacimento delle esigenze vitali minime e a sostenere temporaneamente le persone in condizione di fragilità sociale. L'aiuto economico viene erogato nell'ambito di un progetto di aiuto concordato con l'assistente sociale ed è finalizzato al contenimento del rischio di emarginazione e alla promozione della piena autonomia dei soggetti.

La concessione di benefici economici è disciplinata dal "Regolamento per la concessione di contributi economici in ambito socio-assistenziale" (SCARICA).

Per accedere rivolgersi al Segretariato sociale.

Bonus gas ed energia - Sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche (SGATE)

É un'agevolazione destinata alle famiglie a basso reddito e alle famiglie presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute, che usufruisca di apparecchiatura elettromedicale salvavita. I requisiti di accesso sono stabiliti di volta in volta dall'Autorità per l'energia. Attualmente possono accedere al bonus per la fornitura di energia elettrica nell'abitazione di residenza i cittadini che abbiano un ISEE non superiore a 7500 euro e le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20 mila euro. Per le famiglie in cui vive un soggetto in gravi condizioni di salute NON è previsto alcun limite di ISEE. Il rimborso può essere richiesto dall'interessato o da un suo delegato e viene calcolato in base al numero di componenti del nucleo familiare e viene erogato attraverso uno sconto in fattura.

Possono accedere al bonus per la fornitura di gas nell'abitazione di residenza i cittadini che abbiano un ISEE non superiore a 7500 euro e le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a 20 mila euro. In presenza di questi requisiti può richiedere l'agevolazione anche chi utilizza impianti di riscaldamento condominiale a gas naturale (è prevista una detrazione nelle bollette per chi ha un contratto per la fornitura di gas naturale; il bonus è riconosciuto tramite un assegno intestato al beneficiario per chi usufruisce dell'impianto centralizzato).

Bonus sociale idrico e Bonus integrativo per la fornitura di acqua - Sistema di gestione delle agevolazioni sulle tariffe energetiche (SGATE)

Dal 1 luglio 2018 sarà possibile richiedere il bonus sociale idrico (Bonus Acqua) e il Bonus integrativo per la fornitura di acqua. Si tratta di una misura volta a ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di una famiglia in condizione di disagio economico e sociale. É stata prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2016, emanato in forza dell'articolo 60 del cosiddetto Collegato Ambientale (legge 28 dicembre 2015, n. 221) e successivamente attuata con provvedimenti dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). Il Bonus consente di usufruire gratuitamente di un quantitativo minimo di acqua a persona per anno (pari a 50 litri al giorno, 18,25 mc di acqua all'anno) corrispondente al soddisfacimento dei bisogni essenziali. A questo va aggiunto il bonus integrativo stanziato da Gruppo CAP e da ATO che ammonta a 15 euro per ogni componente del nucleo familiare che ne ha diritto.

Hanno diritto ad ottenere il bonus acqua gli utenti diretti ed indiretti del servizio di acquedotto in condizioni di disagio economico sociale, cioè che sono parte di nuclei familiari:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro;
  • con indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro se con almeno 4 figli a carico.

Chi è l'utente diretto?

É l'utente finale direttamente titolare di una fornitura per il servizio di acquedotto ad uso domestico residente

Chi è l'utente indiretto?

É uno dei componenti del nucleo ISEE che utilizza, nell'abitazione di residenza, una fornitura per il servizio di acquedotto intestata ad un'utenza condominiale


Le domande relative a bonus gas e luce, bonus sociale idrico e bonus idrico integrativo, per i cittadini del Comune di Buccinasco, verranno gestite dai seguenti CAF:

1. CAF ACLI di Buccinasco - Via Marzabotto n. 9
Aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00
Riceve previo appuntamento telefonando al n. 0236528960 o al Centro Unico Prenotazioni
al n. 0225544777

2. CAF NAZIONALE DEL LAVORO di Cesano Boscone - Via Betulle n. 5
Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30
Riceve previo appuntamento telefonando al n. 0239520170

Per ulteriori informazioni telefonare ai Servizi Sociali del Comune - tel. 0245797.338

Volantino CAF 2019

Allegato 36.00 KB formato pdf
Scarica